Codice Civile – Regolamento condominiale

  Regolamento Condominiale Codice civile art. 1117-1139    Art. 1117 (Parti comuni dell’edificio) Sono oggetto di proprietà comune dei proprietari dei diversi piani o porzioni di piani di un edificio, se il contrario non risulta dal titolo: il suolo su cui sorge l’edificio, le fondazioni, i muri maestri, i tetti e i lastrici solari, le scale, i portoni d’ingresso, i … Continua a leggere

Il regolamento condominiale – 1^ parte

  Norme relative all’uso delle cose comuni e al decoro dell’edificio LA PROPRIETA’ COMUNE Sono oggetto di proprietà e uso comune di tutti i condomini, se il contrario non risulta dal titolo, quanto segue: · Parti comuni non suscettibili d’uso separato: il suolo, il sottosuolo, le fondamenta, i muri perimetrali, i pilastri, le travi, le fognature, i tetti e relative … Continua a leggere

LA TUTELA DELL’OCCUPAZIONE

LA TUTELA DELL’OCCUPAZIONE: SOSTEGNO ED INCENTIVAZIONE DELL’OCCUPAZIONE Già dagli anni ’70, l’economia italiana subisce profondi cambiamenti destinati a perdurare nel tempo anche in relazione agli effetti prodotti nel mondo del lavoro. Da una parte la crisi dell’industria manifatturiera, dall’altra l’introduzione di processi d’ammodernamento delle imprese, ha provocato seri effetti sociali nella specie di una grave crisi occupazionale. A fronte di … Continua a leggere

LA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ED I LICENZIAMENTI COLLETTIVI

LE ECCEDENZE DI PERSONALE: LA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ED I LICENZIAMENTI COLLETTIVI L’intervento ordinario della cassa integrazione guadagni ha la funzione di sostegno del reddito dei lavoratori nelle situazioni difficili di contrazione dell’attività produttiva di natura congiunturale nell’ambito del settore industriale. Si tratta delle sospensioni dal lavoro e delle riduzioni dell’orario di lavoro dovute ad eventi transitori non imputabili né al datore di lavoro … Continua a leggere

IL CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

IL CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E LE ALTRE TIPOLOGIE CONTRATTUALI AD ORARIO FLESSIBILE Esempio lapalissiano di strumento di flessibilità dell’impiego della manodopera, con riferimento al tempo, è il rapporto a tempo parziale anche detto part-time, la cui specificità è data dalla prestazione di lavoro con un orario ridotto rispetto a quello normale. Il part-time è uno strumento attraverso … Continua a leggere

LA DISCIPLINA DEL LAVORO C.D. FLESSIBILE

Per lavoro flessibile si suole intendere quello composto di prestazioni di lavoro temporaneo o discontinuo, nei confronti del quale l’intervento legislativo si è posto per lungo tempo in funzione protettiva del lavoratore, per il quale si è cercato di perseguire l’interesse alla continuità ed alla stabilità dell’occupazione, producendo una normativa limitativa dell’autonomia negoziale delle parti nella formazione e nell’esecuzione del … Continua a leggere

LA TUTELA DEL LAVORATORE NEL MERCATO DEL LAVORO

LA TUTELA DEL LAVORATORE NEL MERCATO DEL LAVORO La disciplina del mercato del lavoro ha lo scopo di introdurre una regolamentazione del rapporto tra domanda ed offerta di lavoro al fine di tutelare l’interesse collettivo dei lavoratori all’occupazione: questo interesse è peraltro costituzionalmente garantito, ciò perché il lavoro è attività utile al progresso materiale e spirituale della società. Storicamente, al … Continua a leggere

LO SCIOPERO NEI SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI

LO SCIOPERO NEI SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI L’argomento che affronteremo nel presente paragrafo pone in luce come sia sorta per il legislatore l’esigenza, posta la limitata autoregolamentazione del diritto di sciopero, di disciplinare quest’ultimo nei servizi pubblici essenziali a salvaguardia dei diritti della persona costituzionalmente garantiti. La legge, infatti, non esclude lo sciopero anche quando sia esercitato in servizi destinati a … Continua a leggere

LA SERRATA

LA SERRATA Il presente paragrafo si occuperà di ricostruire l’evoluzione storico-giuridica della serrata nell’ordinamento italiano che al pari dello sciopero la vede inizialmente repressa come reato ed, infine, a differenza dello sciopero non elevata a diritto ma tollerata quale mera libertà del datore di lavoro, nel senso che quest’ultimo ove dia luogo alla serrata pone in essere un comportamento penalmente … Continua a leggere

LO SCIOPERO

LO SCIOPERO L’analisi del presente istituto merita un’attenzione particolare, atteso il grande rilievo che quest’ultimo ha nelle relazioni sindacali e nel conflitto industriale. Analizzeremo, quindi, l’istituto nella sua evoluzione storica e nella sua evoluzione giuridica, evidenziando il ruolo avuto dai principali artefici della sua regolamentazione. Affronteremo quindi la nozione del diritto di sciopero e la sua disciplina nell’attuale ordinamento giuridico. … Continua a leggere