Il giusto processo

In ultimo, non si può escludere dalla presente trattazione, un riferimento al c.d. “giusto processo”.   Il 14 febbraio 2001 la Camera dei Deputati ha approvato in via definitiva la legge che modifica il codice di procedura penale per adeguarlo ai principi in tema di cd. “giusto processo” introdotti con il novellato art. 111 Cost.(Legge Costituzionale 23.11.1999 n. 2). Obiettivo … Continua a leggere

Le investigazioni difensive

    Anche per i collegi difensivi dei processi penali, si è registrata una importante, recente rivisitazione della materia procedurale attinente alle facoltà riconosciute alla difesa, rivisitazione che ha condotto alla previsione legislativa delle c.d. investigazioni difensive. La legge 7 dicembre 2000, n. 397 (pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 3 gennaio, serie generale n. 2), concretizza le aspirazioni accusatorie del … Continua a leggere

Il giudice penale di pace

    Un’altra riforma, contenuta nel D. Lgs.28/8/2000 n.274, ha riguardato l’introduzione della figura del giudice penale di pace, figura entrata in vigore a tutti gli effetti a partire dal 2 gennaio 2002. Si tratta di un giudice non professionale a cui è stata attribuita la competenza a giudicare su reati appartenenti alla quotidiana litigiosità, quali ad esempio le minacce … Continua a leggere

L’istituzione del giudice unico

  Senz’altro da menzionare è la riforma intervenuta con il D.Lgs. 19/11/1998 n.51, che ha attuato una semplificazione organizzativa degli uffici giudiziari, con un organico intervento sia sul codice che sulle norme dell’ordinamento giudiziario. Attraverso tale riforma si è realizzata, nel processo penale, l’istituzione del giudice unico di primo grado e la soppressione dell’ufficio del pretore, con una conseguente ripartizione … Continua a leggere

L’attività esecutiva

  Consiste nell’assicurare l’effettiva attuazione dei provvedimenti dell’autorità giudiziaria. Essi si concretizza, per la polizia giudiziaria, nei seguenti obblighi istituzionali. a) Dovere di eseguire gli ordini del giudice e del pubblico ministero. Gli artt.131 e 378 del Codice prevedono, rispettivamente che il giudice ed il pubblico ministero, nell’esercizio delle proprie funzioni, possano richiedere l’intervento della P.G. o della forza pubblica; … Continua a leggere

IL SEQUESTRO

All’inizio del presente § (che concerne le attività di assicurazione), si è detto che l’assicurazione può concernere sia i soggetti che le cose.   Quando si vuole assicurare alla giustizia la disponibilità di un bene si parla senza dubbio di sequestro. Il codice disciplina diversi diti di sequestro. Il sequestro penale (o probatorio), disciplinato dagli artt.352-357, 253-265 del Codice e … Continua a leggere

Arresto, accompagnamento e fermo di minorenni

Gli istituti dell’arresto in flagranza e del fermo nei procedimenti a carico di minorenne subiscono alcune varianti rispetto ai principi che regolano gli stessi istituti per i maggiori di diciotto anni. Inoltre nei confronti dei minori può essere adottato un particolare provvedimento (accompagnamento a seguito di flagranza), non previsto nel caso di maggiorenni. Le norme che regolano la materia sono … Continua a leggere

L’attività di assicurazione

L’attività di assicurazione consiste nell’acquisire in disponibilità i risultati delle investigazioni precedentemente o contestualmente compiute ed è rivolta alla conservazione ed alla sicura custodia di quelle cose e di quelle tracce ritenute indispensabili o utili ai fini dei successivi sviluppi del procedimento. L’attività di assicurazione può essere attuata: sulle persone (ad esempio, arresto in flagranza e fermo di indiziato); sulle … Continua a leggere

Gli atti atipici di investigazione

  Si tratta degli atti di investigazione propri dell’attività cui è titolare il P.M. ma che possono essere compiuti dalla polizia giudiziaria sia di iniziativa che nell’ambito di una attività guidata. Quelli di maggiore importanza sono il confronto e l’individuazione. Il confronto può essere eseguito, da ufficiali e da agenti di P.G.[1] quando non vi è accordo fra le dichiarazione … Continua a leggere

Polizia Giudiziaria e processo penale

Gli accertamenti urgenti Gli accertamenti urgenti su luoghi, cose e persone costituiscono un complesso di atti, tipici e atipici compiuti dalla polizia giudiziaria, con finalità investigative e assicurative, quando il pubblico ministero non può intervenire tempestivamente. Questi atti possono essere compiuti solo se sussiste il pericolo che, prima dell’intervento del PM, possano essere alterati lo stato delle persone, dei luoghi, … Continua a leggere