LA FAMIGLIA E LE SUCCESSIONI

    La famiglia Parentela: in linea retta in linea collaterale (fratelli, cugini, ecc.) Legittima o naturale, se in regime di matrimonio oppure no Fratelli consanguinei: stesso padre, madre diversa Fratelli uterini: stessa madre, padre diverso Fratelli germani (o bilaterali): stessa madre e stesso padre Affinità La famiglia legittima – compiti e disposizioni costituzionali, figli legittimi equiparati sotto l’aspetto successorio … Continua a leggere

L’affidamento condiviso dei figli

La legge n. 54 dell’8 febbraio 2006 è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 50 del 1° marzo 2006 e riguarda il cd. affidamento condiviso. L’applicazione delle nuove norme potrà essere richiesta, da parte di ciascuno dei genitori, sia ove il decreto di omologazione dei patti di separazione consensuale o giudiziale, di scioglimento, annullamento o cessazione degli effetti civili del … Continua a leggere

DIRITTO DI FAMIGLIA 3

Potestà dei genitori. La potestà, quando i genitori sono conviventi, spetta di regola ad entrambi. Essi possono decidere disgiuntamente per gli atti di ordinaria amministrazione; per gli atti di straordinaria amministrazione è richiesta non solo una decisione comune, ma anche la preventiva autorizzazione del giudice tutelare. Su determinati disaccordi il genitore può rivolgersi al giudice il quale, sentiti i genitori … Continua a leggere

DIRITTO DI FAMIGLIA 2

Separazione: nozione e funzione. La separazione non scioglie il vincolo, ma pone i diritti e i doveri del matrimonio in uno stato di quiescenza (di riposo). La separazione personale è comunque un metodo per recuperare il rapporto entrato in crisi, infatti per avere il divorzio ci vogliono 3 anni di separazione; cessa qualora i coniugi si riappacifichino. Oltre alla separazione … Continua a leggere

DIRITTO DI FAMIGLIA 1

Parentela e affinità. La parentela, invece, costituisce un vincolo di discendenza da uno stesso capostipite; può essere in linea retta, quando le persone discendono una dall’altra (es: padre-figlio), o in linea collaterale, quando non discendono l’una dall’altra pur avendo un capostipite comune (es: fratelli, zio-nipote). La parentela si misura in gradi e non è rilevante oltre il 6° grado: il … Continua a leggere

AFFIDAMENTO E ADOZIONE

Affidamento familiare. Può aversi affidamento quando il minore, nonostante gli interventi di sostegno e di aiuto alla famiglie previsti dalla legge, sia temporaneamente privo di un ambiente familiare idoneo ad assicurargli un’esistenza serena. L’affidamento familiare costituisce, quindi, un intervento temporaneo di assistenza, che ha fondamento nel principio di solidarietà e tende al reinserimento del minore nel nucleo originario. L’affidamento è … Continua a leggere

POTESTA’

Potestà dei genitori. La potestà, quando i genitori sono conviventi, spetta di regola ad entrambi. Essi possono decidere disgiuntamente per gli atti di ordinaria amministrazione; per gli atti di straordinaria amministrazione è richiesta non solo una decisione comune, ma anche la preventiva autorizzazione del giudice tutelare. Su determinati disaccordi il genitore può rivolgersi al giudice il quale, sentiti i genitori … Continua a leggere

LA FILIAZIONE 2

Disconoscimento della paternità. Con l’azione di disconoscimento della paternità si mira a far cadere la presunzione di paternità. La presunzione di paternità per il figlio nato prima dei 180 giorni dal matrimonio è meno forte di quella del figlio concepito in costanza di matrimonio; in questo caso il disconoscimento è consentito quando: ·         i coniugi non abbiano coabitato nel periodo … Continua a leggere

LA FILIAZIONE 1

Diritti e doveri da rapporto di procreazione e stato di figlio. I figli legittimi sono i figli nati da genitori uniti in matrimonio, i figli naturali sono i figli nati da genitori non uniti in matrimonio, i figli adottivi sono i figli adottati con provvedimento giudiziario, i figli incestuosi sono coloro nati da persone che tra loro sono parenti o … Continua a leggere

RICOMCILIAZIONE E DIVORZIO

Riconciliazione. La riconciliazione si può avere mediante dichiarazione espressa oppure tacita. La riconciliazione espressa ha natura negoziale ed è revocabile nel caso in cui il proponente non abbia avuto notizie dell’accettazione del destinatario. Con la riconciliazione, vengono meno gli effetti della separazione: una nuova separazione può essere proponibile, ma deve basarsi su situazioni successive alla precedente separazione. La riconciliazione può … Continua a leggere