COMPENDIO DIRITTO PENALE 13

Capitolo XIV   Le misure di sicurezza.   Art. 25. 3 Cost (principio di legalità e retroattività, Art. 200 e 199 c.p.).   Misure di sicurezza: sanzioni penali imperniate sull’idea di pericolosità (pericolosità delle persone e pericolosità delle cose). Esse si distinguono in misure di sicurezza personali (a loro volta suddivise in detentive, consistenti nell’assegnazione ad una casa di cura … Continua a leggere

COMPENDIO DIRITTO PENALE 12

Capitolo XIII   Le sanzioni penali. Art. 25. 2 Cost (principio di legalità: riserva di legge per l’individuazione dei reati e delle pene, art. 1 c.p.)   1) Le pene principali: art. 17 c.p. (delitti: ergastolo, reclusione, multa; contravvenzioni: l’arresto, ammenda); reclusione militare (per i reati militari); la pena di morte, eliminata anche nel diritto penale di guerra nel 1994 … Continua a leggere

COMPENDIO DIRITTO PENALE 11

Sezione VI: il reato circostanziato.   Capitolo XII   Le circostanze aggravanti ed attenuanti.   Circostanze del reato: situazioni inerenti al reato o alla persona del colpevole che comportano soltanto una modificazione della pena, aggravandola o attenuandola. Non sono elementi costitutivi del reato. Quando concorrono circostanze eterogenee (cioè aggravanti ed attenuanti) il giudice deve procedere al loro bilanciamento: e tale … Continua a leggere

COMPENDIO DIRITTO PENALE 10

Sezione V: unità e pluralità di reati.   Capitolo XI   Concorso apparente di norme e concorso di reati.   A) Il concorso apparente di norme.   Può profilarsi in due gruppi di casi:   1) quando un unico fatto concreto (un’azione od omissione) sia riconducibile ad una pluralità di norme incriminatrici, una sola delle quali applicabile;   2) quando … Continua a leggere

COMPENDIO DIRITTO PENALE 9

Sezione IV: le forme di manifestazione del reato.   Capitolo X   Tentativo e concorso di persone. A) Il tentativo.   Art. 56. 1 c.p. (delitto tentato) comma 1 “Chi compie atti idonei, diretti in modo non equivoco a commettere un delitto, risponde di delitto tentato, se l’azione non si compie o l’evento non si verifica”. Comma 2 “Il colpevole … Continua a leggere

COMPENDIO DIRITTO PENALE 8

Capitolo IX   La punibilità.   Punibilità. Insieme delle condizioni, ulteriori ed esterne rispetto al fatto antigiuridico e colpevole, che possono fondare o escludere l’opportunità di pericolo. Dobbiamo distinguere tra: a) condizioni che fondano la punibilità (condizioni obiettive di punibilità); b) condizioni (cause) che escludono la punibilità.   a) condizioni obiettive di punibilità.   Art. 44 c.p. “Quando, per la … Continua a leggere

COMPENDIO DIRITTO PENALE 7

B) Assenza di scusanti.   Nozione di scusante.   Per considerare colpevole l’agente non basta che abbia commesso un fatto antigiuridico con dolo o con colpa: un rimprovero di colpevolezza non può muoversi quando l’agente ha commesso il fatto in presenza di scusanti (cioè di circostanze anormali che, nella valutazione legislativa, hanno influito in modo irresistibile sulla sua volontà o … Continua a leggere